Menu
Tablet menu
A+ A A-

Abbazia San Liberatore a Majella

ABBAZIA SAN LIBERATORE A MAJELLA - Serramonacesca (PE)

 

L'abbazia si trova immersa in uno scenario di suggestivo valore naturalistico, si presenta con una facciata bianca equilibrata nei volumi e affiancata da un campanile a pianta quadrata sviluppato in tre piani traforati da monofore, bifore e trifore. La facciata ha uno schema disegnato da rilievi verticali con un gusto lombardo. La ripartizione interna dell'impianto basilicale è a tre navate con sette arcate a tutto tondo che insistono su pilatri triangolari. Al presbiterio si accede attraverso tre archi di trionfo (manca quello centrale), che poggiano su piloni a forma di croce e terminanti con belle decorazioni a ovuli e dentelli; questo stesso tipo di decorazione divide in senso orizzontale le muraglie della navata centrale sino a portarsi sull'abside, terminando in tre ordini circolari. Esterno dell'abside Il soffitto è a capriate lignee; nella navata sinistra si scorgono gli originari accessi al chiostro e alla residenza del monastero, rappresentate da due porte decorate; è possibile notare sull'architrave della seconda porta il caratteristico motivo a fiori tipico del romanico abruzzese. Il pavimento della navata centrale presenta una bella e rara composizione geometrica policroma databile intorno al 1200, mentre gli affreschi che ornavano il catino dell'abside, un tempo uniti, oggi sono ammirabili separatamente dopo l'ultimo restauro; il primo, posizionato su pannelli è del XVI secolo e raffigura il monaco Teobaldo, fondatore dell'abbazia, il secondo, più antico (XII secolo, rimasto nella sua posizione originaria presenta tracce di figure di santi. L'ambone si presenta a cassa di forma quadrata e presenta notevoli somiglianze con la pari struttura dell'Abbazia di San Clemente a Casauria e di San Pelino a Corfinio.

910915 00

Leggi tutto: Abbazia San Liberatore a Majella

Abbazia di San Bartolomeo

ABBAZIA DI SAN BARTOLOMEO - Carpineto della Nora (PE)

 

Carpineto della Nora ospita l'Abbazia di San Bartolomeo, uno dei monumenti più pregevoli e meglio conservati dell'arte medievale abruzzese cistercense. Dell'antica abbazia, fondata, secondo le cronache, nel 962 da Bernardo conte di Penne e successivamente riedificata, oggi restano la chiesa ed alcune tracce del convento. La spoglia facciata affiancata sul lato sinistro da un imponente torrione quadrato del XII secolo, rappresenta la parte più antica della struttura. Lo spazio interno, al quale si accede attraverso un atrio coperto, è a tre navi, scandite da archi a tutto sesto, di altezza costante, su pilastri rettangolari. La zona presbiteriale, influenzata dal gotico-borgognone, viene attribuita al XIII secolo; essa è definita da un transetto tripartito e da un coro piatto, leggermente sporgente all'esterno, con volte a crociera costolonate. Elementi di pregio sono l'altare, sorretto da quattro colonnine con capitelli scolpiti, e lo splendido portale vivacemente decorato con figure animali e vegetali. Il complesso è stato sottoposto, negli anni 1970-71, a lavori di restauro.

 

130519 00 411

Leggi tutto: Abbazia di San Bartolomeo

Canale Youtube

  1. Schede
  2. Commenti
Metropolitan 350/1 Gr. 685 196
Terra d'Abruzzo in treno
Metropolitan 356/1 Gr. 640 122
Pescara Centrale 1980
LIMA 350/1 E 444
« October 2017 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Ricerca

Login

Login or Register